Sirau News Kumpulan Lirik Dan Chord Terbaru 2014 Informasi Dari Blogger Free Download Apps Android Apk Juragan Teknologi Catatan Mas Boy kumpulan photo bugil
Immagine Slider

La luna Blu_

Così, viaggiando nel tempo, nei giorni, conosci milioni di anime. Ci parli, sorridi, le guardi, di tanto in tanto ti fermi, ricambi gli sguardi. Poi però riprendi il tuo cammino. D’improvviso ne incontri una che stravolge il senso del tuo percorso per sempre, mobilita inevitabilmente le vecchie prospettive territoriali e oserei dire anche l’origine del tuo cielo, la direzione dei tuoi occhi. Dopodiché nulla sarà più maledettamente uguale. Mai più. E nel preciso istante in cui te ne accorgerai capirai perché da tutto il resto sei sempre andato via_

E se ci perderemo, non ti perderò e non mi perderai. Perché alla fine io lo so e tu lo sai. Ci sono tramonti che non tramontano mai.

Massimo Bisotti Il quadro mai dipinto

Blog

    Non so se siamo più stupidi a volere sempre di più o se lo siamo quando ci fermiamo, scoprendoci felici.

    Guardiamo la felicità con lo stesso miscuglio di stupore e paura con cui un bambino guarda il suo giocattolo nuovo. Un lampo fugace di gioia negli occhi, un sole interiore che esplode sul viso e poi, non si fa neppure in tempo a stringerlo quel gioco, che qualcuno arriva e ce lo strappa dalle mani. È dura assistere al tramonto di un sorriso. Sarà per questo che provo un’infinita tristezza quando vedo in mezzo alla spazzatura i giocattoli vecchi buttati via. Mi chiedo sempre che vita abbiano attraversato prima di finire così. Quando la felicità si stanca di noi ci fa sentire ormai fuori moda, superati, obsoleti, sostituibili.
    Molti non ce la fanno e non giocano più ma io non ho mai rinunciato alla rivoluzione interiore di una nuova scoperta. Io mi aggiusto e torno quasi nuovo, quasi sorrido mentre lo dico. Io non ci resto accanto al cassonetto ad aspettare in silenzio la fine prima della fine. Ci sono quei negozi, sperduti negli angoli del mondo, che puoi scoprire solo se vai fuori dalle solite strade conosciute percorribili. Lì c’è una felicità che non butta via i giochi con il vizio della distruzione. Ma devi rischiare di perderti per raggiungerla, perché non è in vendita in quelle splendide boutique del centro. Ogni tanto me ne dimentico anch’io, ogni tanto smetto di giocarci anch’io e allora lei dispettosa se ne va, per farsi ritrovare. E puntualmente la cerco, la prendo per mano e la riporto a casa con me, la mia bimba bellissima.

    - Massimo Bisotti, Un anno per un giorno (work in progress).

    Leggi tutto

    Mi viene ancora da sorridere, a volte, quando devo fare una scelta importante.

    Ripenso a quando ti dicevo : “Esprimi un desiderio, uno per te, uno per me, uno per noi. Se lo stesso desiderio lo pensiamo insieme nello stesso momento, magari accade davvero”. Ho perso davvero la testa per te e ho dovuto ritrovarla controvoglia. A distanza di anni uno pensa sempre:” è stato meglio così”, è una specie di salvezza per non farci impazzire. Alla fine un modo per salvarsi lo si deve trovare, no? Mi piaceva la tua voce, il tuo modo di parlare, mi faceva venir voglia di ascoltarti. Quel tuo modo gentile di dire le cose non l’ho mai dimenticato. Ero innamorato non solo di te ma di ogni piccolo dettaglio di te che mi è stato concesso di vedere. Ora come allora è come se ci fosse un grande vetro fra la mia vita e la tua, non ho potuto più raggiungerti ma ho sempre potuto vederti ancora e hai potuto farlo anche tu. E ogni tanto ho sentito così forte il bisogno di una tua carezza, con le mani incollate al vetro senza poterti toccare davvero. Siamo vissuti insieme comunque, a volte senza saperlo, a volte senza volerlo. Ho dato l’anima al mio lavoro perché non potevo più darla a te. E questo è il mio destino mi chiedo? Ostinarsi a guardare dietro a un vetro, sperando di trovare prima o poi un punto più fragile dove sferrare un bel destro degno di Tyson e frantumarlo in mille pezzi, pur sapendo che è infrangibile?

    - Massimo Bisotti, Un anno per un giorno (work in progress)

    Leggi tutto

    E il tuo sorriso sembrava quasi la felicità, perché io sapevo già che te lo saresti riportato via.

    Oggi, ogni volta che mi vieni in mente, sento sempre lo stesso brivido. Mi assale come fosse un guerriero a turbare i miei anticorpi, e mi ammalo di te, con la febbre nel pensiero. Mi commuovo più facilmente se scruto un’emozione in giro per le strade, ti sento lì con me, te la regalo nel silenzio.Ti stringo accanto, come fossi piccolissima e mi stessi nella tasca della giacca vicino al cuore, a stretto contatto con il mio sentire. E certo che no, non saremmo stati perfetti, anzi, avremmo litigato un casino, forse proprio perché siamo molto simili. Al mio “grillo parlante”, quando torna a bussare, non apro quasi mai, ma a volte mi spiace lasciarlo fuori al freddo, così lo faccio entrare e mentre inizia a obiettare gli chiedo una tregua, una tregua fra la mia vita e il mondo, così si arrende e si addormenta. Beata incoscienza, dicono dei giovani. Beata fortuna, dico io, è un’incoscienza preziosa. Osservo i ragazzi per strada, quando si baciano, quando nei loro occhi c’è l’eternità, quando nei loro occhi c’è l’immortalità degli dei, la luminosità del :” Resto anche domani, ci sarò”, con una convinzione, una sicurezza che a stento ritroverai se non nei folli come me, perché io, alla mia età, la possiedo ancora. A volte devo distogliere lo sguardo, perché è troppo forte l’emozione, perché rivedo te, respiro il mare, mi entra nelle narici di prepotenza con un capogiro incontrollabile e mi fa sentire insieme male e bene non averti mai dimenticata. Allora quei ragazzi li fotografo di nascosto e vale per tutte le fotografie che non abbiamo. Ho dei rapporti meravigliosi con le donne con cui ho avuto una storia. Ho visto nascere il bimbo della mia prima fidanzata, ho visto il matrimonio della donna che credevo avrei sposato io, molti anni fa. Con te non ho voluto veder appassire un fiore mai sbocciato. Non ti avrei mai regalato dei fiori strappati alla tua terra, perché tu meriti la vita. Eppure, anche se non credo a un’altra vita dopo questa, l’energia di questo sentimento resterà, si mescolerà agli elementi naturali e continuerà a vivere sì, anche dopo di noi.
    - Massimo Bisotti, Un anno per un giorno

    Leggi tutto

Realizzazione siti web turbosito realizzazione siti web low cost