Sirau News Kumpulan Lirik Dan Chord Terbaru 2014 Informasi Dari Blogger Free Download Apps Android Apk Juragan Teknologi Catatan Mas Boy kumpulan photo bugil
Mai controcuore
Blog

Non sempre un nome te lo danno mamma e papà, a volte te lo dà la vita, nel calvario degli eventi, quando si nasce con il vento dentro, riluttante ad accettare le pieghe del destino.

Ogni tanto ho pensato a te, quale nome avremmo scelto, che forse anche in quel caso non siamo noi a scegliere, è un nome che ti sceglie, si modella su aspettative che tradiremo più avanti. Ti scorgerò sicuramente in fotogrammi intrappolati in fotografie, fra albe troppo rapide a sorgere che ti negano il permesso di guardare troppo a lungo e tramonti intramontabili, se pure si mescoleranno a tutti quei pensieri confusi che scriverai nei diari e sulle mani. Correrai più veloce della tua stessa vita, senza quasi accorgertene. Io ti direi di fidarti solo di chi è libero, di ascoltare tutti ma di scegliere sempre a modo tuo. E se per caso ti dirò:” Devi fare così”, tu magari sorridimi senza rispondermi male, ma poi non ascoltare neanche me. Se vorrai davvero parlare avrai bisogno di altre voci oltre alla tua, questo è fondamentale altrimenti ti basterà il tuo specchio in bagno. Tuttavia dovrai essere sempre tu stessa a darti una definizione e non dovrai farti definire da nessuno. Non siamo mai del tutto finiti, mai del tutto completi, figuriamoci se qualcuno può emettere sentenze definitive. Però lo faranno, starà a te non curartene più di tanto. Tu resta sempre originale. Se l’originale va smarrito chiunque può inventarne delle copie. Tu resta fra quei pochi che senza insegnarla a nessuno sanno inventarsi la vita, perché con la propria vita non sono scesi a compromessi. Apri la mano invece di stringere perché per prendere bisogna prima dare. Un pensiero da solo non determina nulla, ne facciamo innumerevoli al giorno, forse però a quello che resta più forte vale la pena dare ascolto, mentre non tutto ciò a cui prestiamo ascolto merita di farci stare in pensiero. Impara a non dipendere da nessuno ma non compensare con tremila surrogati la tua troppa indipendenza, anche la troppa indipendenza mi sono accorto è una fragilità. Forse prenderesti le strade che io non ho preso, è necessario imparare a non dispiacersi, poiché non si vive due volte in una vita e nessuno, nemmeno tu, sarai al mondo per compensare le mie aspirazioni frantumate. Ed io che t’immaginavo in un modo so che sarai diversa, perché il buongiorno al futuro nei tuoi occhi non me lo darà la donna che credevo. Ma poi alla fine oltre al dna c’è l’anima e quella forse esiste già, da qualche parte_

(Massimo Bisotti)

 

Licenza Creative Commons Tutte le opere sono distribuite con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Scrivi un commento


Realizzazione siti web turbosito realizzazione siti web low cost